"Conoscevo Alfredo, le nostre mamme andavano a scuola insieme, ed io ho giocato nel suo prato, a casa sua, in quel bel giardino dove pochi mesi fa lo abbiano salutato per sempre. Ho visto la mamma piangere per lui e per i suoi genitori e ho pianto anch'io. Lui e' volato in cielo, io lo faccio quando canto, perche' la musica e' un'altro modo di volare. Ieri sono venuta a Firenze, al Meyer, per portare una cosa mia, e di Alfredo. L'ho voluta per lui. Due giorni dopo il suo addio mi era stato proposto un'inedito, ne avevo ascoltato la dolce melodia, le parole..e nel cuore avevo sentito Alfredo. Ho inciso quel brano, con l'aiuto dei miei genitori e dell'autore, Roberto, che ci ha donato anche la versione sinfonica, e con Alfredo nel cuore sono venuta al Meyer. Ho visto sofferenza ma anche gioia e tanta forza, ho visto tanti bimbi, ho incontrato Federico, i dottori, ho giocato con Giovanni e ho riso con lui! Ora so ancora di piu' che la ricerca nasce dal cuore. Il brano si intitola " Dal cuore all' " immensita" ed e' per tutti quei bimbi e per i dottori che li aiutano, spero che vi piaccia, ma ancora di piu' che possa arrivare al cuore della gente, per provare insieme anche cosi' a sostenere la ricerca, i dottori che ne fanno una missione e soprattutto il sorriso sul viso di tutti quei bimbi...e il sorriso di Alfredo che non dimenticheremo mai."

disco


Deepthy