La nostra missione

Cosa vuol dire essere “amicodivalerio”? Vuol dire percorrere un percorso insieme alle famiglie di questi intrepidi viaggiatori,aiutarli a trovare una strada più semplice all'interno del tunnel buio e senza sfondoche si trovano a percorrere improvvisamente quando gli viene comunicata una diagnosi cosi difficile e a rischio di vita.

Noi tutti siamo famiglie che il percorso lo hanno già affrontato e se anche non per tutti il traguardo è stato lo stesso, siamo ben consapevoli di ciò che si può incontrare,degli ostacoli delle paure e delle ansie. Aver creato un gruppo e quindi un'associazione di famiglie di bambini che hanno avuto la stessa esperienza e donare il nostro impegno in aiuto alle famiglie che in questo momento stanno vivendo una esperienza simile, è una cosa meravigliosa che aiuta alcuni di noi a convogliare energie e speranze perse in progetti e obiettivi positivi e sicuramente utili.

In questo clima di speranza tutti i membri dell'associazione dirigono le loro attività di solidarietà cercando ogni volta di soddisfare i bisogni e le esigenze che si evidenziano negli anni, fianco a fianco con la struttura e la Direzione dell'Ospedale Pediatrico Meyer che ci ha inserito nel gruppo delle Associazioni accreditate.
In base all'esperienza acquisita negli anni abbiamo individuato degli ambiti di attività in cui muoverci e orientare le nostre risorse.

La ricerca

Questo è l'ambito che in tutti questi anni ci ha coinvolto in maniera predominante, ad oggi sono state finanziate due linee di ricerca per un valore di oltre settecento mila euro,siamo comunque sempre pronti ad ampliare i nostri orizzonti e a finanziare ricerche promettenti e utili alla cura delle forme meno guaribili di questi particolari tumori pediatrici.

L'assistenza

Avere a cuore le famiglie e i bambini significa poterli supportare in tanti ambiti, dall'assistenza psicologica, durante il periodo di cura e quando possibile anche a fine cura, al trasporto con mezzi specializzati, all'attività ludica, ed ultimamente ci stiamo impegnando anche nel seguirli nel percorso post cura attraverso il progetto di finanziamento di un ambulatorio dedicato all'interno dell' Ospedale Pediatrico Meyer e con un Progetto di Sostegno all'Inclusione sociale rivolto al Territorio.